venerdì 5 ottobre 2018

Mostaccioli Umbri

Tutto il profumo della vendemmia, in questi tradizionali Mostaccioli Umbri!
Biscotti che nascono dalla tradizione contadina, i Mostaccioli Umbri, al pari degli altri tipi di Mostaccioli diffusi in tutta la penisola, affondano le loro radici in tempi assai remoti.
Come si deduce facilmente dal nome, i Mostaccioli Umbri sono dei biscotti impastati usando mosto ottenuto da uva appena spremuta, la ricetta è poi arricchita da uva passa e anice, mentre l'ingrediente che da fragranza ai biscotti e l'olio di arachidi.
Nella mia famiglia è tradizione preparare i Mostaccioli anche per le feste natalizie e servirli insieme a tutti gli altri dolci di Natale, in questo caso però per impastare i mostaccioli, non va usato semplice mosto, che sarebbe impossibile da reperire a Dicembre, ma va usato mosto cotto, che non è altro che mosto fatto cuocere fino a ridurre di circa 2/3 il suo volume, oppure un vino dolce.
Il mosto cotto si può preparare tranquillamente durante il periodo della vendemmia e poi riporre in bottiglie di vetro ben chiuse, in questo modo il mosto cotto si conserva senza problemi per lunghi periodi, proprio come un normale marmellata.





Questa è la Ricetta:
  • 500g di Farina00
  • 160g  di Mosto o Mosto Cotto o Vino dolce 
  • 130g di Olio di Arachidi
  • 100g Zucchero
  • 80g di Uvetta
  • 10g di Lievito Chimico
  • 5g di Anice
  • A piacere Zucchero Vanigliato per decorare
Con queste dosi di ottengono circa 60 Mostaccioli Umbri








Procedimento:

  1. Mettete a bagno nel mosto l'uvetta mentre l'anice lo dovrete mettere a bagno in acqua.
  2. Mettete sopra il piano da lavoro: la farina00, lo zucchero e il lievito per dolci, miscelate bene a secco questi ingredienti, quindi formate una fontana.
  3. Passate l'anice con un colino e aggiungetelo alla fontana preparata in precedenza, aggiungete anche l'olio di arachidi, l'uva passa e una parte del mosto il rimanente lo aggiungeremo all'impasto in seguito, quindi iniziate ad impastare.
  4. Man mano che gli ingredienti si amalgamano e l'impasto inizia a prendere corpo unite un goccio alla volta il mosto restante. Dovrete lavorare gli ingredienti fino ad ottenere un'impasto che stacca bene dal piano di lavoro.
  5. Prendete un pezzo di pasta e allungatela con il palmo delle mani fino ad ottenere un serpentello di 1cm circa di diametro, quindi tagliate quest'ultimo in pezzi da circa 5cm e unite le due estremità cosi da formare un cerchio, appoggiate poi i mostaccioli su una teglia da forno con carta staccante.
  6. Infornate i mostaccioli con forno preriscaldato a 180° in modalità statico per circa 20 minuti.
Tempo Totale di Realizzazione:
Difficoltà di Realizzazione: Bassa










Il mio consiglio: I Mostaccioli Umbri sono buonissimi anche appena sfornati, ma per apprezzarli al meglio, vi consiglio di farli riposare almeno un giorno prima di mangiarli, in modo che i sapori dei vari ingredienti si fondano tra loro.


Ti potrebbero interessare anche:

Pan caciato
di San Martino
Tozzetti 
lle Mandorle
Rocciata
di Assisi



La mia ricetta realizzata da:

Adriana



Serenella



Valentina


9 commenti:

  1. Che meraviglia! Questi non li conoscevo devo provarli magari con il vino perché a Roma il mosto non saprei dove trovarlo.
    Approfitto per chiederti un consiglio.
    Ho preparato il butchlen (simile al danubio) ora non so bene cosa è successo ma l'ultima lievitazione non è riuscita. Ho usato lievito madre essiccato scaduto da circa 1 mese, però il lievitino aveva formato le bolle, anche se non molte.
    Poi prima dell'ultima lievitazione ho spennellato le palline di burro, come da ricetta, mi chiedevo se il burro può bloccare la lievitazione.
    Grazie e buon lavoro
    Valentina

    RispondiElimina
  2. Sono felice che trovi interessante questa ricetta, sostituisci tranquillamente il mosto con vino dolce, già diverse persone hanno realizzato i mostaccioli facendo questa sostituzione è sono rimaste tutte molto soddisfatte, non dimenticarti di inviarmi le foto dei mostaccioli quando li realizzerai!!!
    Riguardo la tua domanda, no, il burro non blocca la lievitazione, secondo me il problema era dovuto dal lievito madre, il lievitino infatti non deve formare le bolle ma deve raddoppiare o triplicare il suo volume, allora si può dire che il lievito ha funzionato.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo appena li faccio ti invio la foto.
      Mi piace troppo riscoprire questi dolci tradizionali, di una volta che sanno di casa e famiglia, non amo molto i dolci moderni, sto raccogliendo e sperimentando le ricette antiche delle regioni italiane, magari dolci anche poco conosciuti che difficilmente troviamo in pasticceria!
      Grazie anche per le informazioni sul lievitino
      Vale

      Elimina
    2. Ciao Vale, se guardi nel mio blog troverai molte ricette di dolci tipici, anche a me piace molto fare questa tipologia di dolci.

      Elimina
  3. Premetto che tutto ciò che è Umbro lo adoro! Giacchè amo questa regione che è incantevole e meravigliosa :D Pertanto la cucina lo è altrettanto e questi dolcini sono di una golosità incredibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che l'umbria non ha grandi cose da offrire, se non un paesaggio tranquillo dove rilassarsi e una cucina tipica da capogiro!!!

      Elimina
    2. E ti pare poco!
      Io abito a Roma ma mi trasferirei domattina
      Se solo trovassi un lavoro!
      La vita in città è diventata per me insopportabile, scusate lo sfogo
      Tina

      Elimina
    3. Sono venuto da poco a Roma e posso capirti, davvero molto caotica, qui a Perugia se facciamo 15 minuti di coda andiamo in tilt!!!

      Elimina
    4. Nata e cresciuta a Roma, pertanto amo la mia città, ma mi trasferirei volentieri in una realtà più tranquilla :)

      Elimina