giovedì 14 maggio 2015

Torta al testo Umbra

Torta al testo Umbra - www.lapasticceriadichico.it

Dalla Tradizione contadina, il piatto tipico più apprezzato dagli Umbri: la Torta al testo.
Sicuramente lontano dall'Umbria, la Torta al Testo non è conosciuta, ma chi è passato da queste parti, con molta probabilità l'ha trovata in tavola, nel ristorante o nell'agriturismo dove ha mangiato.
Addirittura, negli ultimi tempi sono nati dei ristoranti genere fast food, dove la Torta al Testo viene servita è superfluo dire che hanno avuto un gran successo.
Le origini della Torta al Testo, hanno radici lontane, legate alla vita contadina, era infatti preparata per sostituire il pane lievitato, da chi era impossibilitato a farlo o in quelle occasioni, come la mietitura, in cui le bocche da sfamare erano molte è c'era bisogno di un alimento che riempisse quelle pance affamate, la Torta al Testo preparata in quei tempi non prevedeva l'uso di lievito risultando così molto compatta, questo faceva sì che la Torta al Testo saziasse più del pane lievitato.
Questa torta, come dice lo stesso nome, viene cotta sul testo, che non è altro che un disco di ghisa, mentre nel passato era fatto con cemento refrattario o pietra.
Oggi la Torta al Testo viene cotta quasi sempre sopra la fiamma del gas, sono poche le persone che ancora la cuociono come si faceva un tempo, sotto la cenere.
Ho ancora il ricordo di quando la cuoceva mia nonna, sopra i carboni del grande focolare presente nella casa colonica, teneva il testo inclinato per cuocerla anche sui lati, quindi la copriva con cenere calda e piccolissimi carboni ardenti. La Torta cotta con questo sistema è totalmente diversa da quella cotta sul gas, se vi capiterà l'occasione di assaggiarla noterete subito la differenza.
La Torta al Testo in Umbria,  a seconda del luogo viene chiamata con nomi diversi,infatti se nel perugino o nella zona del Trasimeno si chiama appunto Torta al Testo, nell' Eugubino viene chiamata Crescia, mentre nell' alta valle del Tevere viene chiamata Ciaccia.
La Torta al Testo tradizionale, non  prevede condimenti, la sua ricetta come tutti i piatti contadini è molto semplice, acqua, farina, sale e lievito chimico (che una volta non si metteva). Questa versione va bene se mangiata appena fatta,altrimenti con il freddarsi, essendo priva di condimenti tende ad indurirsi, per questo io scriverò anche una ricetta, per realizzare una torta al testo leggermente condita, più adatta a quelle occasioni in cui si deve preparare in anticipo, tipo pic-nic, rinfreschi ecc.
La Torta al Testo è l'ideale per accompagnare piatti come la coratina d'agnello o il pollo all' arrabiata, ma il modo più comune il cui noi umbri la mangiamo è farcita con il prosciutto, salcicce cotte alla brace e erba o pecorino, ma qualsiasi affettato prodotto in Umbria si presta ad essere mangiato insieme alla torta.
Quando decidete di organizzare una serata con cucina tipica Umbra, non fatevi mancare la Torta al testo.



Questa è la ricetta:

Versione tradizionale:
  • 500g di farina 0
  • 330g circa di acqua
  • 5g di sale
  • 16g di lievito per torte salate
  • Un testo in ghisa per cuocere la torta
Versione condita:
  • 500g di farina 0
  • 320g circa di acqua
  • 25g d'olio extra vergine d'oliva
  • 25g di latte
  • 16g di lievito per torte salate
  • Una presa di sale
  • Un testo in ghisa per cuocere la torta
Con queste dosi si ottiene una torta di cm 28 di diametro, sufficiente per 5 persone





Procedimento:
  1. Con la farina formate una fontana sul piano da lavoro, aggiungete il sale e lievito per torte salate, nel caso vogliate fare la torta condita aggiungete pure il latte e l'olio extra vergine d'oliva, quindi impastate aggiungendo l'acqua un poco alla volta, fino ad ottenere un'impasto ben liscio e che stacca bene dal piano da lavoro.
  2. A questo punto formate una palla, copritela con un canovaccio e lasciatela riposare da 10 a 30 minuti.
  3. Mettete a scaldare il testo e nel frattempo spianate la pasta aiutandovi con il mattarello. Dovrete spianare la pasta dandogli una forma rotonda ad un'altezza di circa 2/3 cm.
  4. Per capire quando il testo è alla giusta temperatura, metteteci sopra un pizzico di farina, se diventa di color nocciola, il testo è alla giusta temperatura, mettetevi sopra la torta, aspettate circa un paio di minuti, quindi bucatela con i lembi di una forchetta tenendo questi ultimi rivolti verso l'alto.
  5. Trascorsi 5/6 minuti, controllate il lato della torta a contatto con il testo alzandola leggermente con una lama, sa ha un bel colore dorato, prendete la torta con entrambe le mani e giratela sotto sopra.
  6. Attendete altri 5/6 minuti, facendo attenzione che la temperatura del testo non si alzi troppo, quindi controllate, sempre alzando la torta con una lama, quando anche questo lato sarà cotto, togliete la torta dal testo appoggiandola sopra un canovaccio.
Tempo di realizzazione:

Difficoltà di realizzazione: bassa

















Il mio consiglio: Anche se tutti usano la Torta al testo per accompagnare cibi salati, provatela con Nutella e formaggio fresco spalmabile è paradisiaca.

Ti potrebbero interessare anche:

Torcolo di San Costanzo
Ciaramicola Umbra
Torta di Pasqua


La mia ricetta realizzata da :

Francesca del blog  Cum Gaudio Magno


La nostra torta al testo con caciotta e prosciutto di Norcia,
 con la ricetta pubblicata sul tuo blog!


7 commenti:

  1. Lo scorso Natale ho trascorso qualche giorno tra Assisi e Perugia e l'ho mangiata tante volte la torta al testo! E' buona come lo sono tutte le cose semplici e genuine della nostra tradizione culinaria. Mi piace molto la tua farcitura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, come avrai visto, l'Umbria è una regione ancora molto legata alle sue tradizioni e alle sue radici contadine, quindi molte ricette tipiche sono semplici, ma sempre molto gustose. Spero che il tuo soggiorno sia stato piacevole e la mia terra ti abbia lasciato un buon ricordo.
      A presto Federico

      Elimina
  2. Mamma mia che spettacolo di bontà è questa torta! Adoro l'Umbria ricca di posti verdi che mettono tranquillità :) Ed adoro le bontà che questa regione ci propone ^_^ Sempre complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luna, in quanto a tranquillità in Umbria ne abbiamo anche troppa, infatti abbiamo molto tempo da dedicare alla preparazione di grande abbuffate, ti è mai capitato di fare Pasqua da queste parti?
      Grazie dei complimenti, sei sempre super gentile!!!!!!!!!

      Elimina
  3. La faccio spesso soprattutto quando non ho nulla di pronto, perchè bastano due fette di prosciutto e del fromaggio e la cena è pronta!!!
    Bella idea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be, per noi umbri la torta al testo è un istituzione, ogni occasione è buona per mangiarla, alcune volte la farcisco pure con al Nutella!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. Be, per noi umbri la torta al testo è un istituzione, ogni occasione è buona per mangiarla, alcune volte la farcisco pure con al Nutella!!!!!!!!!!!!

      Elimina