sabato 23 marzo 2013

Torta di Pasqua

Torta di Pasqua - la pasticceria di chico

Con l'avvicinarsi della Pasqua, non posso evitare di parlare della torta che qui da noi è un istituzione del periodo pasquale e non solo, infatti si trova tutto l'anno nelle pasticcerie e forni.

Questa volta la torta di cui parlerò, non sarà dolce ma salata e mi fa piacere farvela conoscere perchè ne sono molto ghiotto, il suo nome è Torta di Pasqua.
La preparazione di questa torta, prevede l'uso di molto formaggio, quindi gli amanti di quest'ultimo non possono fare a meno di provarla.
Qui da noi viene consumata, insieme a vari tipi di affettati tipici è molto usata anche farcita e tagliata a spicchi, tipo panettone gastronomico.
Il modo di mangiarla che io preferisco però e insieme a un'insalata ricca d'aceto, questo abbinamento da queste parti sembra a tutti un pò strano, per me e irresistibile i gusti son gusti.
Per quanto riguarda la preparazione, diciamo che è un poco complicata, ma solamente per il fatto che stiamo parlando di una torta fatta con pasta lievitata, quindi niente d'impossibile.



Questa è la ricetta:
  • 6 uova
  • 170g parmigiano reggiano grattugiato
  • 50g di pecorino romano grattugiato
  • 170g tra reggiano, pecorino stagionato, groviera tagliati a pezzi di circa 1cm x 1cm
  • 75g strutto
  • 50g olio extra vergine d'oliva
  • 40g lievito di birra
  • 20g sale
  • 600g farina 0
  • 250g farina x lievitino





Procedimento:

Iniziate a preparare la pasta lievita, che dovrà riposare almeno 12 ore prima di essere usata.
  1. Impastate 250g di farina con 20g di lievito di birra sciolto in acqua calda (circa1 bicchiere), l'impasto dovrà risultare abbastanza duro, coprite con un canovaccio e fate riposare (12 ore).
  2. Iniziate a impastare le torte, rompendo le uova in un recipiente abbastanza capiente, aggiungete i formaggi grattugiati, il sale e amalgamate.
  3. Ora aggiungete una parte di farina, lo strutto ammorbidito, l'olio, il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida, il resto della farina e la pasta lievitata.
  4. Per ultimi aggiungete i formaggi a pezzi e con la mano impastate all'interno del recipiente molto bene, sicuramente proverete fatica, questo fa parte delle caratteristiche di questa torta, prima fa consumare calorie poi le restituisce con gli interessi.
  5. Se necessario aggiustate l'impasto con della farina, ma ricordate che dovrà risultare abbastanza molle (deve quasi attaccarsi alle mani).
  6. Mettete in 2 teglie alte (tipo usato per il panettone gastronomico) di circa 22cm di diametro, imburrate e infarinate, la pasta deve raggiungere all'incirca la metà dell'altezza della teglia.
  7. Fate lievitare, possibilmente in un luogo caldo e umido coperte con un canovaccio, finché la pasta avrà quasi riempito la teglia.
  8. Infornate con forno statico, preriscaldato a 180° per circa 60 minuti  (come sempre la temperatura del forno è indicativa e varia da forno a forno).
  9. Fate raffreddare e togliete la torta di Pasqua dalla teglia.

Torta di Pasqua - la pasticceria di chico


Conservate la Torta di Pasqua in luogo fresco e asciutto, avvolta con un canovaccio, o imbustata con una busta per alimenti



Difficoltà di preparazione: media
Tempo totale di preparazione:

Il mio consiglio: Servite la Torta di Pasqua come antipasto, accompagnata da affettati, possibilmente umbri.

Commentate e inviatemi tutte le richieste che volete, sarò felice di rispondere alle vostre domande!

Ti potrebbero interessare:

Colomba Pasquale
Colomba Pasquale allo yogurt
Torcolo di San Costanzo


La mia ricetta realizzata da:

 Daniela Luchetti


 Henry Montanucci

 Anna

17 commenti:

  1. La terza volta che vengo quui e....questo blog mi piace proprio.Ho fatto lefrittelle e...perfette.
    Domani provo questa torta e, se mi riesce, la faccio per Pasqua.Auguroni e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere che con le frittelle è andato tutto ok.
      Se segui bene la ricetta vedrai che ti riuscirà anche la torta di Pasqua, nel caso contrario sono qui per darti tutte le spiegazioni che vuoi.
      Mi raccomando fammi sapere come va, ciao.

      Elimina
  2. Potrei sapere la quantità di acqua per il primo impasto con il lievito
    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per realizzare la pasta lievita o lievitino, devi mettere l'acqua necessaria ad ottenere un'impasto abbastanza duro, all'incirca 120g. Grazie a te, spero di aver soddisfatto la tua richiesta. Buon lavoro.

      Elimina
  3. salve,chiedo info x la torta di pasqua,la quantità di farina 600 g è compresa con quella che si toglie x fare la pasta lievitante.grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Carla, ti chiedo scusa ho sbagliato a scrivere la ricetta, per fare il lievitino va pesata a parte, vado subito a fare la correzione. Ti ringrazio, a presto.

      Elimina
  4. Il lievitino che fai riposare 12 ore in quale fase lo inserisci?
    Mirco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirco,il lievitino è quello che io nel procedimento chiamo pasta lievita è praticamente va inserita all' inizio dopo aver amalgamato le uova e il formaggio grattugiato ecc.
      Spero di essere stato chiaro, altrimenti sono a tua disposizione.
      Quando realizzi la torta se ti va inviami le foto le posterò in bacheca.
      Buon lavoro Federico

      Elimina
  5. Vorrei provare a fare la tua torta al formaggio, ti chiedo se i 40 gr. di lievito sono comprensivi dei 20 gr. da usare per fare la pasta lievita oppure sono 40 + 20? GRazie Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, i 40g sono comprensivi dei 20g. Quando realizzi le Torte, se ti può far piacere, scatta delle foto ed inviamele insieme ad un tuo commento alla ricetta, posterò tutto nella bacheca apposita e nella mia pagina fb.

      Elimina
  6. Ciao! Seguo sempre il tuo blog ed è fantastico... le ricette sono super! Ora ho un dubbio... il mio forno non ha la cottura in modalità statico ma solo ventilato, come faccio???! Aiutoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, grazie mille per i complimenti, per quanto riguarda il forno, la cottura con forno statico è una cottura più dolce che di solito si usa per i grandi lievitati, se il tuo forno ne è sprovvisto, tu quando ti capita una ricetta che prevede cottura con forno statico, imposta la temperatura 10° in meno di quella indicata nella ricetta. Quando realizzi le torte, inviami le foto per la bacheca!!!
      A presto e se hai altre domande, io sono qui!!!!

      Elimina
  7. Federico buongiorno,
    Con tanto entusiasmo seguo le tue ricette soprattutto quelle tipiche umbre, sei bravissimo nelle spiegazioni e nei video, con te finalmente ho raggiunto un buon livello di preparazione del Torcolo di San Costanzo!
    Vengo al motivo di questo messaggio: A giorni mi cimenterò con la torta di Pasqua, non è la prima volta che la preparo ma ogni volta ho il dilemma su quale tipo di "unto" (come diceva la mia cara nonna!!!) da utilizzare al posto dello strutto?!!!
    Ti ringrazio per il consiglio che vorrai darmi.
    Saluti e Santa Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, mi fa davvero piacere che le mie spiegazioni ti siano state di aiuto, per quanto riguarda il grasso da usare per la Torta di Pasqua, io ti consiglio di sostituire lo strutto con olio extra vergine di oliva, magari se di strutto ne va messo 75g lo sostituisci mettendo 60g di EVO.
      Aspetto le foto!!! Intanto ricambio con affetto gli auguri di Buona Pasqua.

      Elimina
  8. Ciao vorrei provare a fare la torta di Pasqua ma non ho lo strutto ... Come posso sostituirlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eleonora, sostituiscilo con EVO, ma non nella stessa quantità, nella dose ho scritto 75g di strutto, sostituiscilo con 60g di EVO.
      Mi raccomando, una volta fatte le torte, non dimenticarti di scattare una foto ed inviarmela, la posterò nei miei social e in bacheca.

      Elimina
  9. Grazie mille! Ti manderò sicuramente le foto

    RispondiElimina