lunedì 24 marzo 2014

Colomba Pasquale con lievito di birra, impastata a mano

Colomba Pasquale con lievito di birra impastata a mano - la pasticceria di chico

Dal momento che non tutti possiedono una planetaria, oggi vi propongo la Colomba Pasquale con lievito di birra, impastata a mano.

La grande distribuzione in questo periodo, ci bombarda con l'offerta di colombe confezionate, ce ne offre di tutti i gusti e di tutti i prezzi, ma  mangiando e offrendo ai vostri ospiti una colomba fatta in casa, oltre a essere sicuri di usare ingredienti genuini, avrete anche la soddisfazione di aver realizzato questo dolce tradizionale, che solamente i più coraggiosi fanno in casa.
Be, sicuramente fare una colomba pasquale in casa non è semplicissimo, ma perché non rischiare un poco del vostro tempo?
Se viene male non lo dite a nessuno, se viene bene avrete la qualifica da mastro pasticcere!!!
Io ho deciso di postare la Colomba Pasquale con lievito di birra, impastata a mano, sia perchè molte persone sono sprovviste di planetaria, sia perchè usare il lievito di birra, anche se non da gli stessi risultati, è molto più semplice che usare il lievito naturale, così da semplificare un poco la situazione.
Vi posso garantire, che oltre alla soddisfazione, farete un'ottima attività fisica, infatti per ottenere un'impasto ben fatto, usando solamente le mani, dovrete sudare abbastanza......allora buon lavoro!!!





Questa è la ricetta:

1°Impasto:
  • 100g di farina manitoba
  • 25g di lievito di birra
  • 40g di latte 
2°Impasto:
  • 100g di farina Manitoba
  • 100g d'acqua
3° Impasto:
  • 100g di farina 00
  • 100g di zucchero
  • 75g di burro
4° Impasto:
  • 150g di farina 00
  • 50g di zucchero
  • 3 uova
  • 100g di burro
  • Una presa di sale
  • La buccia grattugiata di 1/2limone e di 1/2 arancia non trattati
  • 150g di cubetti di buccia d'arancia candita
  • Uno stampo di carta per colombe da 1kg
Per la glassa:
  • 30g di albume
  • 75g di zucchero semolato
  • 20g di mandorle
  • 5g di mandorle amare
Per decorare:
  • Zucchero a velo
  • Zucchero in granella
  • Mandorle




Procedimento:
  1. Per prima cosa, preparate il 1° impasto, mettendo in una ciotola abbastanza capiente il lievito di birra, aggiungete il latte tiepido e con un mestolo girate fino a sciogliere il lievito di birra, quindi unite la farina Manitoba e impastate. Coprite l'impasto con un canovaccio e mettetelo a lievitare in un luogo caldo e umido, l'ideale è il forno spento con una pentola di acqua calda, lasciate riposare l'impasto per 30minuti.
  2. Passato il tempo necessario, procedete a fare il 2° impasto, aggiungendo al 1° impasto l'acqua tiepida e la farina Manitoba, impastate coprite con un canovaccio e rimettete a lievitare per 30 minuti.
  3. Ora, andate a fare il 3° impasto, aggiungendo al 2° impasto, la farina della dose, alla quale una volta amalgamata unirete lo zucchero ed infine il burro a temperatura ambiente. A differenza degli impasti precedenti, questo va lavorato più a lungo, infatti la pasta si dovrà incordare molto. Impastatelo nella ciotola finché non inizia a staccare dal fondo, quindi trasferitelo in un piano da lavoro e ultimate l'impasto. Io ho impiegato in totale 25 minuti. Se disponete di planetaria, non fate scaldare la pasta, facendola girare ad una velocità troppo elevata. Quando l'impasto è pronto, rimettetelo nella ciotola, copritelo con un canovaccio e mettetelo nel forno a lievitare per 1h.
  4. Andate ora a fare il 4° impasto, riprendete  il 3° impasto che avrà raddoppiato il suo volume, aggiungete la farina, quando la farina si sarà assorbita aggiungete lo zucchero, poi incorporate le uova una alla volta, aggiungete una presa di sale, la buccia di arancia e limone grattugiati. Quando l' impasto inizia ad amalgamarsi, aggiungete il burro sciolto a temperatura ambiente, dopo di che andate ad aggiungere la buccia d' arancia candita; quando l' impasto si è incordato abbastanza, trasferitelo sul piano da lavoro e terminate d' impastare, quando l' impasto stacca dal piano da lavoro è pronto rimettetelo nella ciotola, copritelo con un canovaccio e mettetelo nel forno a lievitare per altri 75 minuti.   
  5. A questo punto, ungete il piano da lavoro con dell'olio di semi e appoggiateci l'impasto, ungete pure le mani è tagliate circa 1/3 della pasta, tornitela a formare una palla, ora pigiando con la mano, come fosse un lama, dividete la palla a metà, senza però staccare del tutto le due palle che si saranno formate. Adagiate la pasta così lavorata  in senso orizzontale sullo stampo, così da formare le ali. Ora tornite il resto della pasta allungandola quanto basta a riempire lo stampo nel senso della sua lunghezza, avrete formato il corpo della colomba. Adagiate il corpo nello stampo incrociandolo con le ali. Mettete a lievitare la colomba al solito posto, questa volta senza coprire con il canovaccio.
  6. Mentre la colomba lievita, preparate la glassa riducendo in farina le mandorle e lo zucchero, quindi unite l'albume è frullate insieme.
  7. Quando la colomba avrà riempito lo stampo per i 2/3 è lievita, per ottenere ciò occorrerà circa 1h. Ora distribuite la glassa sopra la colomba, facendo attenzione a non far sgonfiare la colomba, quindi infornate con forno a 180°, che poi regolerete a 170° per circa 50 minuti (come sempre la temperatura del forno è indicativa e varia da forno a forno).
  8. Una volta sfornata, infilate la colomba con due aghi da maglia e rovesciatela, facendo appoggiare gli aghi su due pentole, lasciatela così fino a completo raffreddamento, dopo di che, spolverate con zucchero a velo. Ora la colomba è pronta, potete conservarla chiusa in una busta, anche per una settimana.


Colomba Pasquale con lievito di birra impastata a mano - la pasticceria di chico




Colomba Pasquale con lievito di birra impastata a mano - la pasticceria di chico

Il MIO CONSIGLIO: Per rendere la colomba ancora più golosa, servitela accompagnandola con della crema all'arancia.
Difficoltà di realizzazione: alta

Tempo totale di realizzazione:


La mia ricetta realizzata da:

Annamaria Mozzoni



La Fata Artigiana




Elisabetta Coppola


12 commenti:

  1. complimenti per il dolce, per il blog e per la passione che metti nelle cose che fai.... traspira davvero in maniera spiccata.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto di tutti i complimenti e devo dire che hai ragione, ci metto tanta passione, non a caso è una delle poche cose che mi riescono abbastanza bene nella vita.
      A presto Federico.

      Elimina
  2. la voglia di ripreparla mi assale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Viviana, asseconda questa voglia e fammi sapere se questa mia ricetta ti soddisfa. Buon pomeriggio Federico.

      Elimina
    2. appena avrò un attimo di tempo lo farò!

      Elimina
    3. Grande Viviana, mi raccomando fammi sapere come ti viene, sono un gran curiosone. Buon lavoro Federico.

      Elimina
  3. Ti seguo sempre e ho già fatto diverse delle tue ricette, tutte buonissime.
    Ho letto e riletto questa ricetta ma mi perdo... non capisco, mi pare che manchi un impasto.
    Sicuramente sbaglio io e per questo ti chiedo di spiegarmi dove non vedo il passaggio, il 4 impasto. Io ho la planetaria e sicuramente la userò anche se tu dici di farla a mano.
    Aspetto tue notizie, grazie
    Un sorriso
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, mi fa piacere sapere che i mie dolci riescono bene......e soprattutto che riescano anche agli altri!!!In questo caso Ti devo chiedere scusa io, non mi ero accorto che involontariamente era sparito un pezzo di post.......... ora se vai a vedere è tutto chiaro, e se la realizzi fammi sapere come ti è venuta........per me è importante!!!!! A presto Federico

      Elimina
  4. Ohh me encanta tu cake bien adornado.... feliz primavera,abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere che questo dolce della tradizione italiana ti piaccia, buona primavera anche a te.
      Un bacio Federico.

      Elimina
  5. Salve,
    mi piace questa ricetta, la vorrei fare ma non mi piace l'arancia candita.
    Se la tolgo devo utilizzare lo stampo da 1 kg o potrebbe andar bene quello da 750 gr. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco, se togli l'arancia candita, resta sempre troppo piccolo lo stampo da 750g, se comunque tu vuoi fare la colomba su quello stampo, basta che pesi la pasta,me con quella in avanzo ci puoi fare un muffin , visto che ti rimarrà circa 150g di pasta. Se ti va,quando avrai realizzato la colomba, inviami una foto, la posterò nella bacheca. A presto e buon lavoro.

      Elimina