mercoledì 12 marzo 2014

Bignè fritti di San Giuseppe

Bignè fritti di San Giuseppe - la pasticceria di chico

In questo post, vi propongo i Bignè fritti di San Giuseppe, dolce che si usa fare per la festa di noi papà.
Per fare questi bignè useremo una pasta choux molto povera di grassi, per evitare che i nostri bignè assorbano olio, infatti grassi e zuccheri tendono a fare assorbire più olio in frittura.
La caratteristica dei Bignè fritti di San Giuseppe è avere una guscio sottile, che racchiude tanta crema pasticcera, per ottenere ciò, ho sostituito il mio amato burro, con della  margarina senza grassi idrogenati  per fare la pasta choux. Solitamente preferisco non usare margarine, ma in questo caso ho deciso di  fare un'eccezione, vista anche la scarsa quantità di margarina necessaria, comunque nella ricetta troverete anche il modo di sostituirla, con olio di arachidi.
La realizzazione dei Bignè fritti di San Giuseppe, non prevede difficoltà  particolari se non quella di eliminare l'odore di fritto dalla cucina.




Questa è la ricetta:
  • 250g acqua
  • 180g farina
  • 60g margarina senza grassi idrogenati (oppure 50g di olio di arachide)
  • 5 uova
  • 20g zucchero
  • Un pizzico di sale
  • 3g di lievito per dolci (la punta di un cucchiaino)
  • Vaniglia in polvere o vanillina
  • Olio di arachidi per friggere 
  • Zucchero a velo e Archemens per decorare
  • Crema pasticcera per riempire (una dose da 500ml di latte)
Con queste dosi si ottengono circa 40 bignè fritti di San Giueppe



)


Procedimento:
  1. In una pentola mettete a bollire l'acqua con la margarina, il sale e lo zucchero, quando questo ha raggiunto il bollore e la margarina e sciolta, unite la farina e la vaniglia in polvere, mescolando finché l'impasto si stacca dal fondo quindi togliete dal fuoco.
  2. A questo punto amalgamate le uova uno alla volta quindi unite il lievito per dolci e mescolate energicamente.
  3. Formate i bignè con un cucchiaio da minestra e tuffateli nell'olio caldo (la temperatura dell'olio deve essere di 170°). Una volta fritti fate scolare i bignè appoggiandoli su carta assorbente.
  4.  Riempite i bignè fritti di San Giuseppe con la crema pasticcera, quindi spruzzateci dell'alrchemens e spolverate con zucchero a velo.
Il MIO CONSIGLIO: Riempite i bignè, prima che si raffreddino completamente, sarà più facile bucarli con il beccuccio.
Difficoltà di realizzazione: media
Tempo di realizzazione :

Commentate e inviatemi tutte le richieste che volete, sarò felice di rispondere alle vostre domande!


Ti potrebbero interessare:

Profiterol al cioccolato bianco

5 commenti:

  1. Grazie Ale, ti garantisco che sono anche molto buoni, provali e fammi sapere. A presto Federico.

    RispondiElimina
  2. perchè il lievito? in genere nella pasta bignè non c'è

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, hai ragione di norma non si mette il lievito chimico nella pasta choux, io lo aggiunto per creare un guscio più sottile e croccante.

      Elimina
    2. Ciao, hai ragione di norma non si mette il lievito chimico nella pasta choux, io lo aggiunto per creare un guscio più sottile e croccante.

      Elimina