martedì 13 marzo 2018

Espresso o nei dolci................a Voi come piace il caffè?


Il caffè è tra le bevande più bevute in assoluto
Le sue origini sono antichissime, così come la sua fortuna. Il caffè si caratterizza per un sapore ricco di gusto e aromi, che non coinvolgono solo il palato ma anche l'olfatto, facendoci apprezzare tutte le proprietà organolettiche di questa bevanda. Il caffè è il re della colazione; come si potrebbe iniziare una giornata senza una calda tazzina? Il modo di gustarlo è diverso e varia da paese a paese: in America o nei paesi del nord Europa si consuma molto lento, in tazze molto grandi, ottime per riscaldarsi durante le fredde giornate. Ma è in Italia che la cultura del caffè ci ha regalato l'espresso, il caffè ristretto che permette di gustare un caffè corposo e aromatico.


Le proprietà e gli effetti del caffè

Il caffè è ricco di una sostanza stimolante, la caffeina, uno stimolante del sistema nervoso centrale. È proprio per questa sua caratteristica che il caffè viene preso soprattutto al mattino e, abbinato ad una colazione ricca e variegata, ci aiuta a svegliarci e a trovare le giuste energie per iniziare al meglio la giornata. Se uno o due caffè al dì ci aiutano a ricaricarci, bisogna fare attenzione a non abusare di questa sostanza: la caffeina, se presa in quantità superiori ai 400 mg, può portare a sintomi quali tachicardia, insonnia, tremori e irritabilità, nonché allo sviluppo di una dipendenza meglio nota come caffeinismo.

Il caffè in pasticceria

Fino ad ora ho parlato del caffè utilizzato solo come bevanda. Di certo non è questo l'unico modo di poterlo gustare. Il connubio tra caffè e pasticceria è assolutamente vincente e ci ha regalato moltissime ricette. Sono infatti moltissime le preparazioni che hanno come ingrediente principale il caffè, adoperato in chicchi, liquido o in polvere. Il caffè, con le sue note amare, smorza il dolce, creando una festa di sapori per il palato. Proprio per le sue caratteristiche è uno degli ingredienti più utilizzati in pasticceria. Il dolce più famoso è sicuramente il tiramisù, una preparazione fatta con crema di mascarpone e savoiardi inzuppati nel caffè e una generosa spolverata di cacao amaro. Dalla francia arriva la gâteau Moka, una torta interamente avvolta da una leggera crema al caffè, perfetta per concludere alla grande una cena. Non mancano poi le creme, le torte, i biscotti realizzati con il caffè. E che dire delle praline? Un guscio di cioccolato che avvolge un chicco di caffè, un mix perfetto tra dolce e amaro.




Le diverse varietà, la tostatura, la macinazione

La varietà di caffè più utilizzata in Italia è l'arabica, ma vi sono anche altre specie di caffè, come la robusta, la liberica o la excelsa. Ogni pianta restituisce un caffè con aromi più o meno intensi e dal sapore più o meno amaro. Ma il processo che fa la differenza è la tostatura. Senza tostatura il caffè non avrebbe il gusto che piace a tutti. Il processo della tostatura consiste nel portare i chicchi di caffè ad alte temperature, per un tempo variabile. A seconda della temperatura e del tempo di esposizione si otterrà un caffè più o meno tostato che, a sua volta, avrà un sapore più o meno corposo. È grazie alla tostatura che i chicchi di caffè  diventano come noi li conosciamo: bruni, leggeri e molto friabili. L'ultimo passaggio della lavorazione del caffè è la macinazione. Preparare un caffè con chicchi appena macinati è senza ombra di dubbio il modo migliore per percepire al meglio tutti i sapori. Per fare ciò è indispensabile munirsi di un macina caffè, anche se in commercio sono presenti macchine da caffè, dette automatiche, che fanno tutto da sole. Sono macchine molto sofisticate, che ti permettono di scegliere anche la granulometria del caffè. Una volta macinato, il caffè viene subito messo in infusione ed erogato ad una temperatura di circa 85° (se sei curioso di scoprire le caratteristiche di queste macchine da caffè, visita il sito macchinacaffeclick.com). Un caffè macinato finemente ti permette di preparare un espresso più forte; un caffè più grossolano è ottimo per coloro che amano un gusto più leggero. E tu, come lo preferisci?

7 commenti:

  1. Ciao, nuova follower; complimenti per blog e post; questo
    è l'ultimo pubblicato da me: https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2018/03/www-wednesday-30.html

    Se ti va ti aspetto da me come lettore/lettrice fisso/a


    Grazie

    RispondiElimina
  2. Post molto interessante 😊 adoro il caffè! Bello il tuo blog, mi iscrivo come tua lettrice fissa su blogger. Se vuoi farmi visita o ricambiare ➡ http://gattaracinefila.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti, sono sempre graditi!!!

      Elimina
    2. Ho visitato il tuo blog e mi sono iscritto!!!

      Elimina
  3. Bel post sul caffè, bevanda che non amo particolarmente difatti credo di essere una fra le ben poche persone non malate di caffè, difatti non ne bevo nemmeno una tazzina! Però stranamente lo amo nei dolci e ne adoro il profumo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luna, io ha differenza tua, un poco per piacere un poco per necessita, sono drogato di caffè, sono in grado di rinunciare a tutto, ma al caffè proprio no!!!

      Elimina