giovedì 12 dicembre 2013

Pinolate

pinolate

In questo post, vi propongo le Pinolate, uno dei tanti dolci tradizionali che si usa preparare per le feste natalizie.
Come la maggior parte dei dolci natalizi, anche nella preparazione delle Pinolate è previsto l'impiego di frutta secca, infatti l'impasto delle Pinolate è composto da mandorle e zucchero e per arricchire ancora più le Pinolate vi vengono attaccati dei preziosissimi pinoli. L'uso di questi ingredienti così prelibati e anche costosi, sta a dimostrare che oggi, come un tempo non si bada a spese per onorare al meglio questa importante festività.
La ricetta delle Pinolate, non prevede l'uso di farina, quindi grazie anche all'olio  contenuto nelle mandorle, si mantengono fragranti per diversi giorni.
Inoltre, altra cosa molto importante essendo prive di glutine le Pinolate possono essere mangiate tranquillamente da persone celiache.
La preparazione delle Pinolate è semplice e veloce, se usate mandorle di prima qualità e seguite i miei consigli, la riuscita sarà sicura.
L'unica cosa a cui dovrete fare attenzione è la quantità di Pinolate che mangiate, perché quando si inizia a mangiarle una tira l'altra ed è molto difficile fermarsi.

Questa è la ricetta:
  • 75g di mandorle pelate
  • 25g di mandorle amare
  • 225g di zucchero semolato
  • 70g circa di albume
  • 1g di bicarbonato d'ammonio
  • vanillina
  • 150g circa di pinoli
Con questa dose si ottengono circa 40 pinolate


Procedimento:
  1. Per prima cosa, mettete in una ciotola, le mandorle pelate, le mandorle amare e lo zucchero semolato, mescolate bene e passate tutto al mixer, così da ottenere una farina.
  2. Rimettete la farina ottenuta nella ciotola, unite la vanillina e iniziate ad impastare con l'albume, aggiungendone poco alla volta così da evitare di fare un'impasto troppo molle.
  3. Ora aggiungete pure il bicarbonato d'ammonio e girate energicamente se necessario aggiustate con altro albume.
  4. A questo punto, preparate una placca da forno con un foglio di carta staccante. Mettete i pinoli in un contenitore basso e largo almeno come il foglio di carta, dove andrete a formare le pinolate. Mettete l'impasto in un sacchetto da pasticcere con beccuccio liscio e andate a fare dei punti ben distanziati tra loro sopra il foglio di carta staccante.
  5. Prendete per gli angoli il foglio di carta e andate a capovolgerlo sopra i pinoli, passate con una mano sopra la carta non facendo troppa pressione, quindi riprendete la carta per gli angoli e rimettete le pinolate sulla placca da forno.
  6. Infornate con forno preriscaldato a 140° in modalità ventilato per circa 20/25 minuti (come sempre la temperatura del forno è indicativa e varia da forno a forno) senza aprire lo sportello, una volta sfornate, lasciatele raffreddare molto bene prima di toglierle dalla placca.
Le Pinolate si conservano tranquillamente per 10 giorni, coperte con un foglio di carta a temperatura ambiente.

Difficoltà di realizzazione: media
Tempo totale di realizzazione: 

11 commenti:

  1. I miei dolci preferiti, grazie per al ricetta Federico. A presto, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, sono molto contento che tu conosca questo biscotto natalizio, qua da Noi a Perugia, è molto rinomato e poi è di semplice e veloce realizzazione!!!! Se le fai dimmi il risultato che hai ottenuto seguendomi!!!!!!!!!!!!!!! A presto

      Elimina
  2. Ho già provato le fave dei morti e sono venute perfette e buonissime. Complimenti!! Anche io, come te sono di Peugia e difficilmente si trovano ricette così dettagliate e addirittura col video di piatti nostri. Grazie e tanti auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela, e grazie dei complimenti, sono contento che le fave ti siano venute bene....se provo anche queste fammi sapere.......!!!! Io amo proporre cose tradizionali perugine e non sono geloso delle mie ricette!!! A presto e buone feste

      Elimina
  3. buongiorno Chico è normale che mi si attaccino alla carta forno e vengono cave dentro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,che si attacchino alla carta da forno non è normale, il problema è la cottura insufficiente, almeno sul suolo. Riguardo al fatto che dentro siano cave, se per cave intendi vuote all'interno è normale, se invece intendi che la parte centrale collassa su se stessa non è normale e il problema è sempre la cottura insufficiente.
      A presto e tanti auguri di un sereno Natale

      Elimina
    2. Ciao,che si attacchino alla carta da forno non è normale, il problema è la cottura insufficiente, almeno sul suolo. Riguardo al fatto che dentro siano cave, se per cave intendi vuote all'interno è normale, se invece intendi che la parte centrale collassa su se stessa non è normale e il problema è sempre la cottura insufficiente.
      A presto e tanti auguri di un sereno Natale

      Elimina
  4. grazie Federico sei fantastico spieghi le ricette con semplicita' e chiarezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i complimenti, se ti può far piacere, all'interno del blog esiste una bacheca dove posto le foto delle mie ricette realizzate da voi lettori, basta solo che tu scatti delle foto una volta realizzata la ricetta e me le invii .
      A presto e Buon Natale!!!

      Elimina
  5. Salve Chico. Grazie per la ricetta ma purtroppo le mie pinolate assomigliano più a delle frittelle che a delle pinolate ☹☹☹ Da cosa può dipendere il fatto che si allarghino così tanto? Una pastella troppo morbida? Ho fatto un po di fatica anche a appoggiarle sui pinoli....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicoletta, mi dispiace che le pinolate non ti siano venute bene, il problema probabilmente è stato quello che tu hai detto, cioè una pasta troppo molle, ma può dipendere anche da una macinatura delle mandorle troppo grossa, comunque non ti devi dare per vinta è devi riprovare!!!

      Elimina