sabato 3 dicembre 2016

Panforte di Siena


Un dolce storico, che con il suo profumo porta in casa l'atmosfera del Natale.

Dolce a base di frutta secca e frutta candita, quello che rende unico il Panforte di Siena, sono le tante spezie presenti al suo interno, il Panforte è infatti nato nel medioevo, quando a Siena era fiorente il mercato delle spezie.
Inizialmente preparato a Siena e dintorni solamente per le grandi occasioni, piano piano il Panforte si è diffuso, fino ad essere apprezzato nelle più importanti corti europee dell'epoca.
Oggi il Panforte a Siena viene preparato tutto l'anno, mentre nel resto d'Italia è considerato un dolce Natalizio e quindi consumato solamente in questo periodo.
La versione che ho preparato io, è stata creata da uno speziale, figura professionale molto importante in quell'epoca, per la regina Margherita nel 1879, in visita a Siena in occasione del famoso palio.
A differenza del Panforte nero, in questa versione, chiamata anche Panforte Margherita, si utilizza abbondante zucchero vanigliato al posto del pepe.
Dopo i Ricciarelli, il Panforte e l'altro dolce della tradizione senese che gode del riconoscimento IGP, per questo la sua preparazione deve seguire un disciplinare ben preciso.
Io in questo caso, visto che le mie bambine non mangiano cedro e arance candite, ho fatto una variante alla ricetta originale, sostituendoli rispettivamente con albicocche secche e ciliegie rosse candite.

sabato 19 novembre 2016

Strudel di mele



Un sottilissimo velo di pasta che fa da scrigno a profumi e sapori straordinari, questo è lo Strudel di mele.

La ricetta dello Strudel di mele, ha origini molto antiche, ma ha avuto la sua massima diffusione grazie all'impero Austro Ungarico, questo ha fatto si che oggi le zone di massima produzione di questo dolce sono: l'Austria, l'Ungheria, la Germania e per quanto riguarda l'Italia, il Trentino, il Friuli ed il Veneto, praticamente tutte zone di montagna.
Per questo motivo gli appassionati di montagna, anche se molto distanti, mangiando una fetta di Strudel, si possono sentire in quel paesaggio incantato come le Alpi che con la loro bellezza mozzafiato ti rubano il cuore.
Lo Strudel di mele, gode anche del riconoscimento PAT e come tutti i dolci tradizionali, anche per questo esistono tantissime varianti sia riguardo all'involucro esterno sia per il ripieno.
L'involucro viene realizzato anche usando Pasta sfoglia o Pasta frolla, ma secondo me il vero Strudel resta quello realizzato con la Pasta matta, come in questa ricetta.
Per quanto riguarda il ripieno, secondo il mio punto di vista facendo delle modifiche alla ricetta originale si ottengono dolci diversi, infatti uno Strudel senza mele golden, cannella e pinoli non è degno di questo nome.

venerdì 21 ottobre 2016

Torta di Carote senza grassi


Uno dei dolci anglosassoni più conosciuti, in versione light, 
la Torta di carote senza grassi!

La Torta di carote, è il classico esempio di come sia possibile realizzare degli ottimi dolci usando delle verdure. In questo caso poi, le caratteristiche organolettiche delle carote ci vengono incontro, dopo la barbabietola è infatti l'ortaggio con il più alto contenuto di zucchero.
Dal momento che questo dolce contiene Carote, ho voluto renderlo ancora più salutare eliminando ogni tipo di grasso, presente invece nella ricetta originale.
Per essere corretti, in realtà, un grasso è presente all'interno di questa torta, ma è un grasso molto nobile e con effetti benefici sul nostro organismo, questo grasso è l'olio contenuto nelle mandorle.
Grazie alle variazioni apportate, la torta di carote senza grassi, ha la caratteristica di essere molto digeribile, per questo è un'ottimo dolce da prima colazione per i nostri bambini ed anche un dolce adatto ad essere inserito nella diete degli sportivi, inoltre questo è un dolce che può essere consumato anche da chi è intollerante al lattosio.

venerdì 30 settembre 2016

Crostata al cioccolato con frutti di bosco

Un dolce cioccolatoso, per accogliere alla grande l'autunno la mia Crostata al cioccolato con frutti di bosco.

L'estate purtroppo è finita, ed oltre a rimettere nell'armadio costumi e infradito, dovremmo anche cambiare la tipologia di dolce da presentare ai nostri ospiti.
Con l'arrivo dell'autunno, entriamo in un periodo dove l'abbassamento delle temperature e la vasta scelta di ingredienti che madre natura ci offre, permettono alla nostra fantasia di sbizzarrirsi nello scegliere il tipo di dolce da preparare.
Io, in questa circostanza, con la Crostata al cioccolato con frutti di bosco, ho voluto preparare un dolce che ci traghettasse dalla calda estate all'uggioso autunno, infatti la base e la farcitura di cioccolato hanno il compito di tirarci su il morale quando le giornate si accorceranno ed il clima cambierà, mentre la decorazione fatta con frutti di bosco freschi, ha lo scopo, di riportarci con la mente in estate, quando in ogni tipo di dolce era presente della frutta fresca.
Semplice ed elegante la Crostata al cioccolato con frutti di bosco è adatta ad ogni occasione.

martedì 20 settembre 2016

Ganache al cioccolato


Oggi Voglio proporvi un' indispensabile crema, che non può mancare in pasticceria, la Ganache al Cioccolato!!! 
La Ganache al cioccolato è una crema di origine francese, nata dall' errore di un aiuto cuoco, che fece cadere del latte caldo su una ciotola che conteneva  tavolette di cioccolato fondente e cercando di riparare all’errore commesso provò a lavorare insieme i due ingredienti, ottenendo, appunto la Ganache, oggi utilizzata da molti pasticceri, per farne gustosi cioccolatini, o per farne creme per guarnire o farcire i dolci!
Non per tutte le preparazioni però va bene la stessa ganache al cioccolato, infatti se vogliamo farcire una torta o riempire dei bignè, avremo bisogno di ganache abbastanza morbida, mentre se vorremo usare la ganache per glassare una torta o come ripieno di un cioccolatino, avremo bisogno di una ganache più dura. Per ottenere le due versioni, va cambiato il rapporto tra zuccheri e grassi presenti all'interno dell ganache, sono infatti questi che determinano la caratteristica consistenza e lucentezza di questa crema, nel post troverete le dosi di entrambe le preparazioni che comunque hanno lo stesso procedimento.
Un'altra cosa che c'è da sapere sulla ganache dura, è che una volta raffreddata, può essere montata con delle fruste elettriche, così da renderla più leggera ed essere usata sia per decorare dolci, che per realizzare delle ottime mignonette.

mercoledì 7 settembre 2016

Dolce fichi e ricotta

Un dessert pensato per le vostre cene di fine estate, il Dolce fichi e ricotta.

Quando l'estate è agli sgoccioli e l'autunno alle porte, non si può non preparare un dessert a base di fichi, frutto che in questo periodo la fa' da padrone. Io in quest'occasione ho preparato il Dolce Fichi e Ricotta, una torta moderna, morbida e dal gusto molto delicato, semplice da preparare e adatta al palato di grandi e piccini.
In questo dessert, oltre all'accoppiata fichi e ricotta ho aggiunto noci il cui gusto si sposa bene con entrambi, una base di pasta frolla alle mandorle per dare una nota consistente e della confettura di fichi per dare un gusto più intenso.

mercoledì 31 agosto 2016

Mousse di ricotta




Una mousse delicata per preparare golosi dessert,  la Mousse alla ricotta.

La Mousse alla ricotta è una preparazione che normalmente si utilizza per realizzare delle torte moderne, ma come tutte le mousse può anche essere servita in coppa come dolce al cucchiaio. La cosa che la distingue da tutte le altre mousse è che grazie alla suo sapore delicato può essere abbinata praticamente a qualsiasi altro ingrediente, infatti è buonissima con ogni tipo di frutta, ma è ottima anche abbinata a cioccolato, caffè o qualsiasi tipo di crema.

La preparazione della mousse alla ricotta è davvero molto semplice è l'unico segreto per ottenere una mousse di qualità sta nell'utilizzare una ricotta mista o addirittura di pecora di prima qualità.