lunedì 13 febbraio 2017

Torta al Cioccolato


Il dolce ideale in queste fredde giornate invernali la Torta al cioccolato!
Navigando per il web, sono capitato nel sito della Galbani, dove ho visto questa bella torta al cioccolato. Questo mi ha fatto pensare che è diverso tempo che non preparo un dolce al cioccolato, da qui l'idea di realizzare questa Torta al Cioccolato con l'aggiunta di una crema al mascarpone.
Già buonissima da sola, ho voluto rendere questa torta più golosa, sostituendo la classica glassa tipo Sacher, normalmente usata per ricoprire le torte al cioccolato con una crema al mascarpone che ho arricchito con cioccolato al latte e cioccolato fondente, così da avere anche un bell'effetto cromatico, naturalmente con una così ricca decorazione la torta non necessità di farcitura.
Molto semplice da realizzare, questa Torta al Cioccolato è il classico dolce da realizzare in casa per il pranzo della domenica.

sabato 4 febbraio 2017

Pan di Spagna al Cocco

Per dare una nota esotica alle vostre torte, ecco il Pan di Spagna al Cocco!
Usato in diverse ricette come ingrediente principale, in questo caso ho usato il Cocco solamente per aromatizzare il Pan di Spagna, andando così ad arricchire questa, che è una tra le più classiche basi di pasticceria, di certo tra le più usate quando si realizzano torte.
Il Pan di Spagna al Cocco, di solito viene farcito con creme a base di cioccolato, ma anche farciture a base di crema pasticcera possono contribuire a creare delle torte dal gusto fantastico!

sabato 28 gennaio 2017

Bagna alla vaniglia


Tutta l'essenza della pasticceria in questa bagna alla vaniglia!

Oltre ad avere delle proprietà benefiche, la Vaniglia è una spezia molto usata in pasticceria.

La Vaniglia è un orchidea originaria del Messico, il cui fiore chiamato baccello, contiene dei semi molto profumati, impiegati per aromatizzare moltissimi dolci.
Aroma naturale per eccellenza della crema pasticcera, il gusto della vaniglia si sposa molto bene anche con cioccolato, caffè, frutta secca e frutta fresca di qualsiasi tipo, questo fa si che la Bagna alla Vaniglia è adatta ad inzuppare qualsiasi tipo di torta.

venerdì 20 gennaio 2017

Bomboloni

Il dolce fritto a cui nessun goloso sa resistere, i Bomboloni ripieni!
Per questo carnevale ho deciso di proporvi la ricetta del più classico dei dolci fritti, che per la verità non si prepara solamente in occasione del carnevale, ma si prepara tutto l'anno, ancora ricordo le estati passate nella riviera romagnola, quando si concludeva la serata passata in discoteca con un profumato bombolone ripieno di crema pasticcera.
Questa ricetta prevede l'uso di patate lesse, le patate permettono di ottenere dei bomboloni leggerissimi, completamente vuoti all'interno e con una coccia sottilissima e fragrante.
Le patate migliori per realizzare i bomboloni, sono le Patate rosse di Colfiorito, ma se non avete la possibilità di reperirle basta usarne un tipo che abbia le stesse caratteristiche.
A differenza del Krapfen, che di solito si friggono con già la marmellata all'interno, i Bomboloni si riempono dopo fritti e per riempirli si usa crema pasticcera anziché marmellata, poi naturalmente ognuno può scegliere il ripieno che più preferisce, c'è anche chi esagera e riempie i bomboloni con la Nutella.
Come tutti i dolci fritti, anche i bomboloni sono altamente calorici e vista la tendenza degli ultimi anni di fare dolci più light, è nata la moda di fare i bomboloni al forno.
Con questa ricetta è possibile realizzare anche quest'ultimi, di certo più leggeri, ma non paragonabili per quanto riguarda la bontà a quelli fritti.

martedì 3 gennaio 2017

Confettura di Mele Selvatiche

Per chi ama mangiar sano ecco una Confettura di mele selvatiche che fa leccar le dita!

La Confettura di Mele Selvatiche che ho realizzato è figlia di una giornata passata all'aria aperta in cerca di funghi. Camminando per il bosco, mi sono imbattuto in due bellissimi alberi pieni di mele selvatiche, di certo non bellissime a guardarsi, ma con un profumo e un sapore irresistibili e così, nel cesto, invece dei funghi ci sono finite le mele e vista la bontà di questa confettura, la cosa non mi è affatto dispiaciuta.
Io ho preparato questa confettura lasciando le mele a pezzetti, in modo che quando si mangia si apprezza ancor più il loro sapore particolare, ma se si preferisce una confettura senza pezzi di frutta, basta passare la confettura al passaverdura prima di invasarla.
Anche l'aggiunta di cannella e facoltativa, si può infatti anche decidere di non mettere nessun aroma e lasciare la confettura senza aromi oppure si può sostituire la cannella con della vaniglia, anche questo un gusto che si sposa molto bene con quello delle mele.

sabato 17 dicembre 2016

Pasticcini alle mandorle


Belli da vedere e buoni da mangiare; i Pasticcini alle mandorle possono essere una golosa idea regalo per il prossimo Natale.

Questo sfizioso pasticcino, anche chiamato Petit four, è una colonna portante della pasticceria siciliana, che ha nella pasta di mandorle il suo punto di forza.
Nel resto d'Italia, questo pasticcino, trova il suo momento di maggior consumo durante il periodo natalizio, quando, grazie al suo aspetto molto fine, o forse al fatto che la mandorla era un ingrediente molto prezioso nel passato, i pasticcini alle mandorle sono considerati un dolce Natalizio a tutti gli effetti.
La caratteristica principale che deve avere un buon pasticcino alle mandorle è quella di essere croccante esternamente e molto morbido internamente.
Molto semplici da impastare, i pasticcini alle mandorle possono essere fatti in forme diverse e si possono decorare con qualsiasi tipo di frutta candita, frutta secca o anche con del cioccolato fondente.

sabato 3 dicembre 2016

Panforte di Siena


Un dolce storico, che con il suo profumo porta in casa l'atmosfera del Natale.

Dolce a base di frutta secca e frutta candita, quello che rende unico il Panforte di Siena, sono le tante spezie presenti al suo interno, il Panforte è infatti nato nel medioevo, quando a Siena era fiorente il mercato delle spezie.
Inizialmente preparato a Siena e dintorni solamente per le grandi occasioni, piano piano il Panforte si è diffuso, fino ad essere apprezzato nelle più importanti corti europee dell'epoca.
Oggi il Panforte a Siena viene preparato tutto l'anno, mentre nel resto d'Italia è considerato un dolce Natalizio e quindi consumato solamente in questo periodo.
La versione che ho preparato io, è stata creata da uno speziale, figura professionale molto importante in quell'epoca, per la regina Margherita nel 1879, in visita a Siena in occasione del famoso palio.
A differenza del Panforte nero, in questa versione, chiamata anche Panforte Margherita, si utilizza abbondante zucchero vanigliato al posto del pepe.
Dopo i Ricciarelli, il Panforte e l'altro dolce della tradizione senese che gode del riconoscimento IGP, per questo la sua preparazione deve seguire un disciplinare ben preciso.
Io in questo caso, visto che le mie bambine non mangiano cedro e arance candite, ho fatto una variante alla ricetta originale, sostituendoli rispettivamente con albicocche secche e ciliegie rosse candite.