mercoledì 2 dicembre 2015

Pandoro impastato a mano


Se vi piace mettervi in gioco, per questo Natale eccovi la ricetta del Pandoro impastato a mano!

Il Pandoro è uno dei dolci lievitati più conosciuti e come tutti i lievitati del suo genere, prevede una lunga e delicata lavorazione. Io con questa ricetta, non voglio avere la presunzione di realizzare un Pandoro di altissima qualità, ma voglio rendere possibile anche a chi non è un  esperto di pasticceria e non ha una cucina super attrezzata, di fare il pandoro in casa.
Oltre che una versione facilitata ho voluto postare la videoricetta del pandoro impastato a mano, in modo che anche chi non ha un'impastatrice possa avere la soddisfazione di mangiare un pandoro fatto con le sue mani, naturalmente questa ricetta si può realizzare anche usando la planetaria.
Anche se molto semplificata, questa ricetta, comunque prevede una lavorazione abbastanza complessa, specialmente se si è sprovvisti d'impastatrice, ma la soddisfazione di togliere dallo stampo un pandoro fatto con le vostre mani, vi garantisco che ripagherà tutte le vostre fatiche.








Questa è la ricetta:

1° Impasto:
  • 80g di farina manitoba
  • 45g di acqua tiepida
  • 18g di lievito di birra
2° Impasto:
  • 120g di farina manitoba
  • 30g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo d'uovo
3° Impasto:
  • 250g di farina 0
  • 170g di burro
  • 130g di zucchero
  • 25g di panna per dolci
  • 2 tuorli d'uovo
  • 2 uovo intero
  • 20g di miele
  • Una presa di sale 
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
Uno stampo per pandoro da 1kg






Procedimento:
  1. Preparate il primo impasto, sciogliendo il lievito di birra nell'acqua tiepida (fate attenzione che l'acqua non sia troppo calda) e impastate il tutto con i 80g di farina manitoba, dovrete ottenere un'impasto abbastanza duro. Mettete quest'ultimo in una ciotola infarinata, coprite con un canovaccio e mettete a  lievitare nel forno spento, con una teglia di acqua calda all'interno, finché non raddoppia il suo volume. Occorreranno  circa 40 minuti.
  2. Quando il primo impasto è lievitato, aggiungeteci i 120g di manitoba, impastate e quando la farina è quasi completamente assorbita unite i 30g di zucchero, continuate ad impastare nella ciotola, quindi unite il tuorlo d'uovo e poi l'uovo intero. Impastate nella ciotola finché l'impasto inizia a staccare dalla stessa, quindi trasferitelo sul piano da lavoro e continuate a lavorarlo, fino ad ottenere un'impasto liscio. Per fare questo impasto io ho impiegato in totale circa 40 minuti.Chi è munito di planetaria, deve seguire lo stesso procedimento, naturalmente accorciando i tempi di lavorazione. Una volta pronto, mettete l'impasto in una ciotola infarinata, coprite con un canovaccio e fate lievitare,con lo stesso metodo usato in precedenza.
  3. Quando il secondo impasto ha raddoppiato il suo volume, occorrerà circa 1h e 30 minuti, aggiungeteci gli ingredienti per il terzo impasto, partendo dalla farina 0, impastate un poco, quindi unite lo zucchero, continuate ad impastare, quindi unite il miele, il sale e la vaniglia in polvere, quando questi ingredienti iniziano ad amalgamarsi unite i tuorli d'uovo e le uova intere uno alla volta, quindi aggiungete la panna liquida e impastate fino a che l'impasto inizia a staccare dalla ciotola, quindi trasferitelo sul piano da lavoro e continuate a lavorarlo, fino ad ottenere un'impasto liscio, a questo punto unite i pezzetti di burro un poco alla volta e continuate ad impastare fino a che quest'ultimo è stato assorbito dall'impasto. Io per realizzare quest'impasto l'ho lavorato per circa 1h. A questo punto, formate una palla, tornitela, quindi mettetela in una ciotola infarinata, coprite con un canovaccio e mettete a lievitare come fatto in precedenza.
  4. Quando l'impasto ha raddoppiato il suo volume, occorrerà circa 1h e 30 minuti, versatelo sul piano da lavoro, ripiegate la pasta su se stessa un paio di volte, quindi formate una palla, tornitela e mettetela nello stampo che avrete imburrato, mettendo la parte liscia della palla sul fondo dello stampo. fatto questo rimettete a lievitare per l'ultima volta.
  5. Quando il pandoro avrà raggiunto la giusta lievitazione, dovrà essere arrivato a circa 2cm dal bordo dello stampo (io ho atteso circa 1h e 45 minuti) infornatelo con forno preriscaldato a 170° in modalità statico. Dopo 15 minuti abbassate la temperatura del forno a 160° e continuate la cottura per circa 40 minuti.
  6. Quando il Pandoro sarà cotto toglietelo dal forno, fatelo raffreddare per circa mezzora prima di toglierlo dallo stampo, dopodichè ponetelo in un piatto da portata e quando sarà freddo completamente, spolverate con abbondante zucchero a velo!!!!!!!!!!!!!!
Tempo totale di realizzazione:

Con questa ricetta partecipo al Giveaway di Batuffolando Ricette
 "Lievitati e biscotti di Natale" 


















Ti potrebbereo interessare anche:


Panettone fatto in casa
Pandoro farcito
Pinolate


  

La mia ricetta realizzata da:
                               

Luna del blog I Barba Pasticci




Fatto e pubblicatooooooooo! Grazie di cuore Chico. E' venuto meno morbido di quello che si compra, l'esterno in particolare ma credo sia stata colpa mia che ho aggiunto un po di farina quando mettevo l'impasto sulla tavola per lavorarlo visto che si appiccicava!!!!! Ma i sapore è ottimo! Il mio primo Pandoro!

23 commenti:

  1. Ciao piacere di conoscerti, questo Pandoro é fantastico, credo che non ci siano parole per descrivere l'emozione che ho provato... É perfetto, chissà che bontà e che profumo che bella soddisfazione!
    Bravissimo!!!
    Dolcissima serata!
    Laura<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, il piacere di conoscerti è tutto mio, realizzare questo tipo di dolci lievitati a casa da davvero una grande soddisfazione, se poi impasti tutto a mano è una super soddisfazione!!!
      Grazie dei complimenti, continua a seguire i miei "pasticci"
      Dolcissima serata anche a te!!

      Elimina
  2. ma che lievito madre,che planetaria,tu li superi tutti complimenti,è perfetto,sembra quello che si acquista,grazie per le spiegazioni chiare e precise,buon pandoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola sei troppo buona, senza falsa modestia ti dico che sono rimasto molto soddisfatto di questo pandoro, ma ti garantisco che un poco di differenza c'è da un pandoro fatto con lievito madre.

      Elimina
  3. Io ho la planetaria!!!!!!!!! Me l'ha regalata il mio compagno lo scorso anno ^_^ Mi hai fatto venire la voglia di provare ;) Bravissimo...come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luna, a questo punto ti devi togliere lo sfizio, aspetto le foto del Pandoro!!!!!!!!!!!!
      Buon lavoro!!!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Chicoooooooooo ho deciso di farlo nel fine settimana questo pandoro meraviglia! Avrei però due quesiti da porti!!!!
      1°) Posso sostituire la vaniglia che usi tu con la classica bustina di vanillina?
      2°) Per impastare con la planetaria devo usare il gancio giusto? (Come quando impasto la pizza o il panettone gastronomico).
      Grazieeeeeeeeeee!

      Elimina
    4. Ciao Luna, direi che hai avuto un'ottima idea.
      Per quanto riguarda la vaniglia non c'è problema, ricordati però che la vanillina è un estratto chimico, quindi devi metterne meno rispetto alla vaniglia che uso io, direi la punta di un cucchiaino è sufficiente.
      Per impastare con la planetaria devi usare il gancio, ricorda di far lavorare l'impasto a bassa velocità in modo che non si scaldi.
      Mi raccomando fammi sapere il risultato e se ti va inviami le foto insieme ad un tuo commento, posterò tutto in bacheca.
      Buon lavoro!!!!!!!!!!!

      Elimina
    5. Ciao Chico che emozione sarà il mio primo Pandoro home made grazie a te ^_^
      Ovviamente ti invierò le foto al tuo indirizzo mail giusto? Sempre che venga bello e buono come il tuo ;) Ok grazie mille per i consigli e per quanto riguarda la vaniglia semmai al posto della vanillina posso usare i semi della bacca di vaniglia magari!

      Elimina
    6. Sono sicuro che il tuo pandoro verrà anche meglio del mio!!
      Riguardo la vaniglia, fai benissimo a usare i semi.

      Elimina
  4. che meraviglia Chico... spero posterai ancora ricette per Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo, per essere un pandoro fatto in casa e impastato a mano, sono davvero molto soddisfatto.
      Io vorrei postarne tantissime di ricette, ma tra lavoro e altri impegni, il tempo per il blog è sempre meno, se ancora riesco a scrivere qualcosa devo ringraziare la mia super moglie, mi aiuta tantissimo, sia con il blog sia con tutto il resto.

      Elimina
  5. hai ragione.....dovrei procurarmi la planetaria!
    nel frattempo mi farò aiutare dalle forti braccia e del mio compagno ! : ))
    nel passato ho provato ma è stato sempre un disastro...ma, questa tua ricetta voglio provarla, grazie per averla postata.
    p.s. è bellissimo, peccato non si possa assaggiare dal video : ))
    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che proverai la mia ricetta, forse al tuo compagno un po' meno, ma quando assaggerà il pandoro si dimenticherà subito del duro lavoro.
      Mi raccomando tienimi aggiornato e se ti va inviami le foto.
      A presto e buon lavoro!!!!!!!!

      Elimina
  6. Ciao Chico anch'io ora mi sono messa a fare il pandoro,a mano,spero che il risultato sia di buon gusto.Volevo chiederti una cosa per cucinarlo in forno lo metti nel ripiano in mezzo? E lo stampo lo imburri solo non ci metti la farina.Sicuramente ti seguirò ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa se ti rispondo in ritardo, spero non sia troppo tardi. Il ripiano del forno devi usare quello in basso, altrimenti il pandoro essendo abbastanza alto arriva troppo vicino alle resistenze, al massimo puoi metterlo sul penultimo piano, dipende dal tuo forno. Per lo stampo devi usare solamente burro, che passerai sullo stampo direttamente con le mani. Sono contento che il mio blog ti sia piaciuto, se ti va quando realizzi le mie ricette mi puoi mandare le foto, insieme ad un tuo commento, pubblicherò tutto in bacheca.
      A presto Federico.

      Elimina
  7. Fatto e pubblicatooooooooo! Grazie di cuore Chico. E' venuto meno morbido di quello che si compra, l'esterno in particolare ma credo sia stata colpa mia che ho aggiunto un po di farina quando mettevo l'impasto sulla tavola per lavorarlo visto che si appiccicava!!!!! Ma i sapore è ottimo! Il mio primo Pandoro!
    http://barbapasticcetti.blogspot.it/2015/12/il-mio-primo-pandoro-che-emozionema.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contentissimo che sei rimasta soddisfatta della ricetta e ti ringrazio immensamente per le belle parole che hai scritto nei miei confronti nel tuo blog. Resta il fatto che il pandoro l'hai realizzato tu quindi il merito è tutto tuo, Complimenti veramente bello, vado subito a pubblicare foto e link.
      A presto Federico

      Elimina
    2. Grazie mille di cuore :) Ma il merito è in primis del maestro ;)

      Elimina
    3. Ho ancora un mare di cose da imparare prima di diventare maestro!!!!!!! A presto e quando hai un attimo testa un'altra mia ricetta.

      Elimina
  8. grazie mille Chico per la tua fantastica ricetta e in bocca al lupo per il mio giveaway! un abbraccio

    RispondiElimina